Seleziona una pagina

Una cosa è sicura: Pinterest è la nuova moda della Rete. Nato nel 2009, il popolare social network si è affermato in Usa lo scorso anno ed esploso in Europa all’inizio del 2012, dimostrando di non essere assolutamente da meno rispetto ai suoi social competitor. Basti pensare che in pochissimo tempo è arrivato a superare Google+, Twitter e Linkedin.

Ma perché un’azienda dovrebbe scegliere di utilizzare Pinterest per promuovere il proprio lavoro?

Prima di tutto bisogna spiegare che Pinterest è un social media basato sulle immagini e sulla condivisione, il cui scopo è quello di connettere persone e creare “forme di ispirazione”. Ogni utente ha la possibilità di organizzare la propria pagina in board, bacheche virtuali a cui è possibile dare nomi diversi creando una sorta di categorizzazione dei contenuti. Le immagini e i contenuti caricati nelle diverse board vengono chiamati pin (da qui il termine “pinnare” ). Installando il pulsante “Pin it” direttamente nel bookmarks del browser è possibile condividere ogni contenuto presente nelle pagine in cui si naviga semplicemente cliccando sul pulsante e scegliendo la board dove la pin deve essere salvata.

Ma torniamo all’utilizzo che l’azienda può fare di questo social network. Sono molti i vantaggi per cui decidere di scegliere Pinterest per farsi conoscere.

In primis la divisione in board permette una categorizzazione dei contenuti che può essere diversa da quella utilizzata dal sito o e-commerce a cui il profilo si riferisce. Ad esempio un negozio di abbigliamento potrebbe creare boards standard dedicate alla moda maschile e femminile oppure dividere le pin in base ai colori o alle stagioni creando una suddivisione dei prodotti completamente diversa. Senza contare che l’alta viralità delle immagini, la produzione di contenuti di alta qualità determina una condivisione praticamente sicura anche attraverso user che normalmente potrebbero non essere direttamente interessati al brand. C’è infatti un’iterazione molto alta con gli utenti mediante commenti e repin non solo con i nostri followers ma anche con utenti esterni che possono condivere immagini e video nelle o dalle nostre board. In ultimo Pinterest da la possibilità di cross promotion attraverso diverse piattaforme social, interagento automaticamente con Facebook (ma solo con le pagine profilo) e Twitter. Ma non solo ogni pin viene linkata ad un indirizzo, così da generare traffico. I link postati su Pinterest sono tutti riconosciuti e quindi indicizzati dai motori di ricerca, aumentando così la popolarità del sito.

QUALCHE CONSIGLIO – Tanti vantaggi ovviamente anche se fare business su Pinterest non è così facile come può sembrare. Bisogna prima di tutto pensare che il linguaggio delle immagini usato non è quello del testo e quindi bisogna prestare molta attenzione ai contenuti che dobbiamo far arrivare all’utente finale.

All’azienda che si mette in gioco su Pinterest conviene quindi dividere in maniera intelligente le categorie, creando una buona suddivisione delle board che riesca a mettere in risalto i lati importnti del brand che si è deciso di presentare. Il tutto però senza diventare autoreferenziali. Bisogna ricordare che Pinterest è in ogni caso un social network dove il requisito essenziale resta quello di “condividere”. Inserire quindi immagini proprie è giusto, ma non dimenticatevi di pinnare anche quelle degli altri utenti. Il consiglio che si può dare è di inserire nel proprio sito foto di alta qualità che possano poi essere condivise da voi o dai vostri utenti nel proprio profilo Pinterest e soprattutto di stimolare gli utenti inserendo delle call to action (ad esempio delle domande) nei commenti dei propri pin o menzionare i follower richiedendo un loro parere.

Last but not least ecco due consigli su come poter massimizzare l’influenza di Pinterest sul posizionamento per i motori di ricerca. Prima di tutto il consiglio è di non nascondere il proprio profilo ai motori di ricerca: ovviamente, in questo modo, Google non potrà trovare la vostra pagina e quindi indicizzarla. Infine pensate bene alla descrizione (nella sezione “About”) chiara e significativa che farete di voi, anche per i motori di ricerca Ciò che scriverete rappresenta voi e il vostro brand. E soprattutto deve arrivare diretta a chi vi segue ed è interessato ai vostri prodotti. Insomma cosa aspettate a mettervi in gioco sulla vetrina di Pinterest? Noi di Be Wide ci siamo… Sapete dove trovarci!